Collegamenti sponsorizzati

prestito d'onore

Prestito d'onore, il più diffuso riguarda gli studi

Il prestito d'onore è stato pensato per soddisfare le più diverse esigenze, anche se ultimamente la forma più diffusa riguarda il prestito d'onore a studenti, ossia il prestito d'onore destinato a finanziare percorsi di studi universitari, professionali e post-laurea. Gli istituti di credito che in convenzione con le università offrono tali tipi di prestito sono molteplici. Nell'articolo che segue ne presentiamo alcuni
Prestito d'onore, il più diffuso riguarda gli studi Collegamenti sponsorizzati

Il prestito d’onore, istituito con la legge 608 del 1996 e rivisto col decreto legislativo 185 del 2000, è un particolare strumento finanziario pensato per agevolare gli investimenti in attività imprenditoriali e non solo.
Ma come funziona tecnicamente il prestito d’onore? Ebbene il prestito d’onore, prevede una finanziamento di cui il 60% viene concesso a fondo perduto, mentre il restante 40% viene erogato sotto forma di prestito a tasso agevolato. Sicuramente il prestito d’onore più diffuso è quello che riguarda gli studenti, ossia il prestito che finanzia il percorso di studio degli studenti meno abbienti, ma più meritevoli.

Gli istituti di credito che grazie a convenzioni con università ed enti formativi offrono la possibilità di godere di tali forme di prestito sono molteplici. Vediamone alcuni:
Nella sezione “Mutui e Prestiti” del sito internet di Banca Sella, ad esempio, possiamo trovare il prestito d’onore che in questo caso prevede un importo massimo erogabile pari a 50.000 euro, destinati a studenti italiani che vogliono frequentare master all’estero e a studenti stranieri che vogliono frequentare master in Italia.
Sul sito internet della Banca delle Marche, invece, possiamo vedere il Magna Charta, il prestito d’onore con importo massimo erogabile pari a 36.000 euro e destinato a finanziare uno tra i seguenti percorsi formativi: biennio laurea magistrale; dottorato di ricerca; master o corso di perfezionamento; ultimi due anni di un corso di laurea a ciclo unico.
Interessante, inoltre, Intesa Bridge, ossia il prestito d’onore proposto da Banca Intesa in collaborazione con l’università Cattolica del Sacro Cuore, le cui condizioni possiamo trovarle sul sito internet di Banca Intesa.
Interessante, infine, anche l’Unicredit ad Honorem, ossia il prestito d’onore di Banca Unicredit, che collabora con le università di Bologna e di Verona, la Bocconi di Milano, la LUISS di Roma, gli atenei piemontesi gestiti da Corep, l’Alma Graduate School e la scuola d’arte e mestieri di Vicenza.
Stampa, invia via email, segnala nei tuoi social network
OkNotizie



Lascia un commento su questa pagina:

Inserisci le due parole che trovi nel box sottostante:

Collegamenti sponsorizzati

Argomenti Correlati

Prestiti per giovani

Quando sentiamo parlare di prestiti per giovani dobbiamo subito pensare ai ...

Prestiti studenti

I prestiti studenti rappresentano uno strumento finanziario molto importante ...


Cerca nella tua Regione
Cerca nella tua Provincia
Collegamenti sponsorizzati